Colleferro e i rifiuti: una nuova fase con la raccolta domiciliare.

Comunicato Stampa  

Colleferro e i rifiuti: una nuova fase con la raccolta domiciliare.
 
Importante deliberazione di Consiglio a Colleferro sul tema dei rifiuti il 14 novembre 2011.

Nell’assise arrivata fino a tarda sera, il voto unanime del buon senso ha ristabilito una dimenticanza amministrativa che si protraeva da anni: anche Colleferro avrà la sua raccolta differenziata porta a porta. La mozione presentata dall'opposizione ha aperto una nuova fase che le associazioni ambientaliste locali da sempre richiedevano ad alta voce con cognizione di causa. Gli interessi dettati dalla necessità di parte di mantenere in vita discarica ed inceneritori, con la consapevolezza che tali impianti prima o poi avrebbero dovuto cedere il passo, hanno allungato di molto, forse troppo, i tempi per l’avvio di un sistema alternativo per la gestione dei rifiuti. Non è ancora disponibile il testo definitivo,

Comunicato Stampa  

Colleferro e i rifiuti: una nuova fase con la raccolta domiciliare.
 
Importante deliberazione di Consiglio a Colleferro sul tema dei rifiuti il 14 novembre 2011.

Nell’assise arrivata fino a tarda sera, il voto unanime del buon senso ha ristabilito una dimenticanza amministrativa che si protraeva da anni: anche Colleferro avrà la sua raccolta differenziata porta a porta. La mozione presentata dall'opposizione ha aperto una nuova fase che le associazioni ambientaliste locali da sempre richiedevano ad alta voce con cognizione di causa. Gli interessi dettati dalla necessità di parte di mantenere in vita discarica ed inceneritori, con la consapevolezza che tali impianti prima o poi avrebbero dovuto cedere il passo, hanno allungato di molto, forse troppo, i tempi per l’avvio di un sistema alternativo per la gestione dei rifiuti. Non è ancora disponibile il testo definitivo,

ma i preliminari lasciano ben sperare. La raccolta domiciliare partirà nel 2012 in tutte le aree del territorio comunale a partire dalle periferie verso il centro, con il coinvolgimento di Regione, Provincia, la costituenda Lazio Ambiente Spa, la Commissione Consiliare Ambiente, quest’ultima per il controllo e l’informazione presso gli istituti scolastici al fine di favorire la riduzione e la prevenzione per la diminuzione dei rifiuti. A questo elenco manca il coinvolgimento, altrettanto importante dei cittadini, che dovranno disabituarsi gradualmente al conferimento nei cassonetti stradali. A breve, ognuno dovrà fare la propria parte in modo sistematico, contribuendo al funzionamento di un sistema di raccolta che porterà solo benefici all’intera comunità riducendo rifiuti da conferire in discarica e ai sistemi di incenerimento. Ci riserviamo in ogni caso di leggere attentamente il testo deliberato, ma in prima analisi ci dobbiamo ritenere soddisfatti e pronti a fare la nostra parte in materia di comunicazione e vigilanza del sistema adottato.

Colleferro 17.11.11