Home

Buone Letture



 Il futuro Bruciato
Così ci uccidono

La casta dell'acqua
 

Learn to See Like an Artist How level is https://www.levitradosageus24.com/ buy online securely brand viagra a line?

Luigi Mattei vince la battaglia legale per il riconoscimento dell'esposizione da amianto, a beneficio dell'intera cittadinanza

Versione stampabileInvia a un amicoVersione PDF




LA SUPREMA CORTE di CASSAZIONE e la CORTE di APPELLO di ROMA, con SENTENZA definitiva N. 6888/11, riconoscono a Luigi Mattei l'esposizione all'amianto utilizzato nella costruzione delle carrozze ferroviare a Colleferro sino al 1989.


leggi sotto il testo ricevuto via mail dal Sig. Luigi Mattei



 


L’AMIANTO A COLLEFERRO” (Una storia INCREDIBILE ma VERA)

Un CASO di VERGOGNOSA OMERTA’ e FALSITA’:
In danno grave per gli ex operai e dipendenti della Fabbrica di Costruzione e Riparazione Carrozze Ferroviarie (ex RIVA) stabilimento B.P.D. – SNIA / B.P.D. – C.F.C. poi FIAT / Ferroviaria, oggi ALSTOM S.p.A. di Colleferro.

Nella precitata fabbrica L’AMIANTO è stato indiscriminatamente ed in modo massiccio USATO nelle lavorazioni dal 1952 al 1983 e persino fino all’anno 1989VICEVERSAin maniera del tutto “FALSA” si era attestato (senza però sottoscriverlo), che l’AMIANTO nella precitata azienda  era stato dimesso già dall’anno 1979/80.

Tale precitata FALSITA’ ha comportato che, agli operai ESPOSTI E’ STATO NEGATO I DIRITTI previsti dalla L. 257/92 “Benefici Previdenziali esposizione Amianto”.

In particolareè accaduto che, tanti operai esposti erano stati INGANNATI - stante la FALSA dichiarazione aziendale della dismissione dell’utilizzo dell’AMIANTO dal periodo 1979/80 – infatti questi - gli operai - soprassedevano alla presentazione dell’obligatoria e relativa domanda all’INAIL / INPS – per il fatto ed in considerazione, che costoro (gli operai esposti), facendo i calcoli non avrebbero raggiunto una ESPOSIZIONE AMIANTO di durata ULTRADECENNALE necessaria, mentre a tanti altri operai esposti benché avessero presentata l’istanza all’Istituto INAIL/ INPS – le domande venivano RIGETTATE perché, l’esposizione facendo i conti con la FALSA dichiarazione delle dimissione AMIANTO anno 1979/80 non raggiungevano l’ULTRADECENNALITA’ come prevista della L. 257/92 sull’AmiantoFATTORE GRAVISSIMO OVE ALLO STATO, ANCORA, per CODESTI OPERAI ESPOSTI – INDISCRIMINATAMENTE restano ESCLUSI o meglio NON HANNO OTTENUTO IL PROPRIO DIRITTO – senza contare che, nel frattempo gli operai esposti, in parte sono DECEDUTI, ed in parte sono AMMALATI a causa AMIANTO INALATO – “UNA VERGOGNA”.

ORA FINALMENTE E’ EMERSA LA VERITA’ e ………
GIUSTIZIA (Grande SODDISFAZIONE personale e MORALE dello scrivente) in quanto:

LA SUPREMA CORTE di CASSAZIONE e la CORTE di APPELLO di ROMA con SENTENZA definitiva N. 6888/11 – resa in formula esecutiva in data 07/01/2012 – ha:

CONDANNATO
L’Istituto INPS – a rifondere all’appellante (sottoscritto), le spese di tutti i gradi di Giudizio (quattro), con condanna all’INPS di aggiornare la posizione Previdenziale per 15 anni di arretrato e secondo i dettami previsti nella ex Legge 257/92 sull’AMIANTO.

ORA PERO’ VINTA LA BATTAGLIAsento il DOVERE CIVILE e MORALE di far  vincere la “GUERRA” – perché, appare GRAVEMENTE INGIUSTO – che a causa delle FALSITA’ sopra appena accennate – tanti e tanti ex operai esposti all’AMIANTO    “SONO STATI COSI’ CON INGANNO ESCLUSI dai loro DIRITTI,  previsti dalla L. 257/92 e succ. mod. sull’AMIANTO” – senza contare la circostanza che – decine e decine di ex operai esposti  sono deceduti ed altre decine sono ammalati e soffrono, altri ancora sono potenzialmente a RISCHIO di contrarre le malattie che causano l’AMIANTO.


N.B. CITTADINI – ATTENZIONE !!!!! è pur vero, che in altre  fabbriche in’Italia, ove è stato usato l’AMIANTO – come è notorio – si contano VITTIME ed ESPOSTI –  però   solo e soltanto nella ex Fabbrica C.F.C. di Colleferro – OMERTOSAMENTE è accaduto molto di più, AVEVANO AFFERMATO – “Per il PROFITTO” – che l’AMIANTO IN FABBRICA ERA STATO DISMESSO dal periodo 1979/80 – ORA  LA VERITA’ è che l’AMIANTO è stato utilizzato sino al 1983 e sinanchè sino al 1989 – “VERGOGNA”-
IO – NON  HO  PAURA – ed

INVITO – con il presente volantino ogni SINDACATO o PATRONATO – l’Istituzione – INAIL – INPS – MINISTERO ecc. a volersi ATTIVARE onde RIPARARE per il DIRITTO INGIUSTAMENTE negato agli ex operai ESPOSTI e VITTIME dell’AMIANTO INALATO nella ex FIAT / Ferroviaria di Colleferro, ESPOSIZIONE si ripete, AVVENUTA dal periodo 1952/1989.
INFINE – L’INGIUSTIZIA RIGUARDA ANCHE PER I COSIDDETTI –

Esposti Amianto ANTE 92 – cioè per quelli andati in pensione prima dell’anno 1992.
 
Tanto si doveva
Colleferro 13/02/2012

Mattei Luigi

AllegatoDimensione
Luigi Mattei e l'amianto.doc30 KB

VIDEOTECA VALLE DEL SACCO

Community

                                                 
                                   

         

 

Osservatorio PM10

Emissioni Valle del Sacco

Retuvasa on the web