Home

Buone Letture



 Il futuro Bruciato
Così ci uccidono

La casta dell'acqua
 

Learn to See Like an Artist How level is https://www.levitradosageus24.com/ buy online securely brand viagra a line?

Rassegna stampa 13.12.11-14.12.11

Versione stampabileInvia a un amicoVersione PDF
COMUNICATO STAMPA COOPERATIVA ALCEDO 14.11.12
 
Corridoio Ecologico Selva di Paliano – Mola dei Piscoli
 

L’idea di un collegamento tra la Selva di Paliano e Mola dei Piscoli nasce qualche anno fa dall’Associazione Naturalistica Orchidea di Genazzano. Questa idea è stata ripresa dalla Cooperativa Alcedo in collaborazione con Orchidea e aggiornata alla luce degli approfonditi studi naturalistici promossi dall’ARP (Agenzia Regionale Parchi nel Lazio) ai quali gli stessi naturalisti di Alcedo hanno partecipato e del continuo monitoraggio che questi da circa due anni conducono nel Monumento Naturale e nelle aree limitrofe.

Questa idea ha origine dalla necessità di un collegamento tra le stesse, altrimenti separate, che possa garantire una continuità ecologica e non solo cartografica.

La proposta da noi avanzata rientra nell’ambito della Rete Ecologica, lo strumento più importante oggi per combattere la frammentazione degli habitat, la prima causa di perdita di biodiversità a livello globale.

La frammentazione in senso lato va intesa come distruzione e trasformazione degli habitat, loro riduzione in superficie e aumento dell’isolamento.

La tutela di questo corridoio meriterebbe considerazione a prescindere dallo stesso Monumento Naturale “Selva di Paliano – Mola dei Piscoli” avendo, in alcuni punti, un pregio naturalistico non inferiore a quello delle aree da esso collegate.

Si tratta infatti, di una fascia che contiene interamente il Fosso della Sanguinara (che si origina dal maggiore dei laghi della Selva) fino alla sua confluenza con il Fiume Sacco, per risalire attraverso quest’ultimo, verso N – NE, fino a connettersi con l’area di Mola dei Piscoli.

Ovviamente il corridoio non racchiude la sola asta fluviale, ma si estende lateralmente in modo tale da comprendere la vegetazione di riva, con estensioni in zone coperte da formazioni boschive e da campi e pascoli e aree umide minori (vecchie cave allagate frequentate da specie di interesse conservazionistico, es. cavaliere d’Italia) cercando di evitare ostacoli di varia natura (barriere ecologiche).

Questo corridoio è l’unico che possa garantire contemporaneamente continuità territoriale ed ecologica tra le due aree.

Crediamo che questa proposta possa costituire un ulteriore strumento di tutela per il Monumento Naturale e le aree limitrofe.

Questa proposta è stata protocollata da Alcedo al Comune di Paliano, in data 4-11-11. Dopo essere stata accolta favorevolmente dal Comune è stata quindi presentata al pubblico, su invito, in data 11-12-11 nel Convegno organizzato dalla stessa Amministrazione Comunale: “La Selva – Monumento Naturale La Selva di Paliano e Mola de Piscoli – Sviluppi possibili per l’Alta Valle del Sacco” - Sala degli Arazzi del Palazzo Colonna.

Cooperativa Sociale Alcedo
Contrada Piano dei Colli
Paliano - Fr
Tel. 3482694362

COMUNICATO STAMPA ASSOCIAZIONE PULLIANO 13.12.11
 
La Conferenza di presentazione Monumento naturale La Selva – Mola dei Piscoli. Sviluppi possibili per l’Alta Valle del Sacco”, tenutasi presso Palazzo Colonna a Paliano domenica 11 dicembre, costituisce finalmente un primo tassello importante per la necessaria sinergia tra istituzioni, categorie produttive e associazionismo nella promozione dello sviluppo sostenibile dell’Alta Valle del Sacco.
La proposta di corridoio ecologico redatta dal Dott. Rocchi e ora all’attenzione dell’ARP, è certamente in linea con la nostra osservazione di febbraio 2011, quando per primi abbiamo lanciato l’idea del collegamento tra la Selva e Mola dei Piscoli, sulla quale abbiamo trovato la convergenza di altre associazioni e forze politiche. L’ottimo lavoro fatto in questa fase può certamente essere perfezionato estendendo così l’inedificabilità oltre il corridoio stesso.
Ci è piacuto l’intervento del Dott. Magrini il quale individua La Selva come “punto di eccellenza di massa” giusto in linea con la nostra idea per la Selva quale entità autonoma svincolata dal Parco Tematico di Valmontone – Outlet; la Selva ha ottime gambe per il suo sviluppo autonomo in ambito ambientale e naturalistico. Il Parco tematico può essere il valore aggiunto non certo l’elemento di stimolo di tale progettualità così come finora concepito.
Guardiamo con estremo interesse all’atto finale di questo iter e cioè al Master Plan esecutivo che è attualmente in corso di redazione da parte della Regione Lazio, e che certamente rappresenterà nel suo insieme lo sviluppo del Monumento Naturale.
Di fatto però l’operazione più importante resta nelle decisioni del Sig. Sindaco del Comune di Paliano il quale può perpetrare l’intero sviluppo territoriale dal punto di vista ambientale e naturalistico ritirando così la famosa delibera di Consiglio Comunale n° 18 del 31/03/2011 la quale prevede in quelle aree l’edificazione di  250.000 metri cubi sgombrando così una volta per tutte il campo da possibili speculazioni edilizie.
 
 
Paliano lì 13/12/2011                                                                                 Il Presidente
                                                                                                               Roberto PASSETTI


Anagni, altra denuncia e sequestro per violazione delle norme ambientali da parte dell'impianto di betonaggio in località Capannaccio (Ciociaria oggi 14.12.11 p.27) - vedi allegato
AllegatoDimensione
carabinieri capannaccio betonaggio ciociaria 14.12.11.JPG3.75 MB

VIDEOTECA VALLE DEL SACCO

Community

                                                 
                                   

         

 

Osservatorio PM10

Emissioni Valle del Sacco

Retuvasa on the web