Home

Buone Letture



 Il futuro Bruciato
Così ci uccidono

La casta dell'acqua
 

Learn to See Like an Artist How level is https://www.levitradosageus24.com/ buy online securely brand viagra a line?

Energia

Colleferro, Invito Manifestazione 610?

 
 

 


 

Spot sei uno zero from Labico on Video on Vimeo.


Sarà il 6 Ottobre.
 
Le associazioni hanno scelto il 6 Ottobre.
Le parti sociali hanno scelto il 6 Ottobre.
I singoli cittadini hanno scelto il 6 Ottobre.
 
Il Coordinamento della Valle del Sacco, che ciascuna realtà riunisce, ha scelto il 6 Ottobre.
 
Ha scelto il 6 Ottobre per non dimenticare i quattro inceneritori.
Ha scelto il 6 Ottobre per non dimenticare la discarica di Colle Fagiolara.
Ha scelto il 6 Ottobre per non dimenticare i fusti tossici interrati.
Ha scelto il 6 Ottobre per non dimenticare i capi di bestiame abbattuti, le fattorie distrutte e gli agricoltori rovinati.
Ha scelto il 6 Ottobre per non dimenticare che l’aria, l’acqua e la terra sono stati compromessi.
 
Ha scelto il 6 Ottobre per non dimenticare il significato della parola dignità.
 
La dignità di un territorio seviziato, stuprato ed abbandonato a sé stesso.
La dignità di quel 55%  di contaminati a vita da Beta-HCH, su un campione di 256 persone.
La dignità dei malati dei tumore, di leucemia, di chi lotta per la vita e di chi invece la battaglia per la vita l'ha già persa.
 
Ha scelto il 6 Ottobre per ribadire la sacralità del diritto alla salute.
Ha scelto il 6 Ottobre per ribadire la sacralità del diritto al futuro.
 
Se hai a cuore tutto questo, il 6 Ottobre scendi in strada al nostro fianco, manifesta.
 
Manifesta, per urlare il tuo NO al piano regionale rifiuti della giunta Polverini.
Manifesta, per urlare il tuo NO agli snaturati progetti di impianti TMB a Castellaccio (Paliano) e Colleferro.
Manifesta, per una vera raccolta differenziata, porta a porta.
Manifesta, per una gestione che valorizzi il rifiuto, quale materia prima secondaria, anziché promuoverne l'eliminazione per incenerimento.
Manifesta, per un futuro a rifiuti zero.
Manifesta, per rivendicare il tuo ruolo da protagonista.
Manifesta, per non dover manifestare più.
 
Il 6 Ottobre, scendi in strada.
Il 6 Ottobre grida al mondo che non SEI UNO ZERO!
 
6 OTTOBRE 2012
(Colleferro - Piazzale dello Scalo - di fronte Stazione Ferroviaria)
ORE 14.30
 

Il Coordinamento Valle del Sacco sbarca a Bruxelles

Comunicato Stampa Coordinamento Valle del Sacco
 
Il giorno sette ed otto giugno 2012 si è tenuto a Bruxelles presso la sede del parlamento europeo, un seminario promosso dall'eurodeputato Niccolò Rinaldi, rivolto agli amministratori dell'Italia Centrale. Gli incontri erano  finalizzati ad informare gli amministratori degli Enti Locali riguardo la corretta gestione dei fondi strutturali europei ed i criteri con i quali impostare i progetti.
 
I lavori si sono aperti con  un escursus sulla situazione di difficoltà dovuta in primo luogo ai conflitti di competenza tra enti ma anche alla scarsa informazione che amministratori, parti sociali e cittadini hanno a riguardo di queste opportunità che l'Europa da anni offre.

Il Coordinamento Valle del Sacco (CSV) è stato loro ospite, per esporre lo stato di disagio della popolazione, e la mancanza di un serio progetto di risanamento del territorio.

Ecosin ~ Green economy: meeting di primavera con il Ministro Clini (convegno a Roma, 22 marzo 2012)

 

Roma, 22 marzo 2012: F.S.S. - Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile presenta il convegno “La green economy per affrontare la crisi italiana”, meeting di primavera con il Ministro dell’Ambiente Corrado Clini, dedicato al “Manifesto per un futuro sostenibile dell'Italia”. L’incontro è coordinato da Edo Ronchi, Presidente della Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile.

Rassegna stampa 21.02.12

Codici e Adiconsum sui rimborsi ai cittadini per i disservizi ENEL
Il Messaggero Fr 21.02.12 p. 33 (prima)
Otto giorni senza elettricità, acqua, riscaldamento e telefono, gravi danni patrimoniali e alla salute. È quanto gli utenti hanno segnalato all’associazione Codici per l’interruzione durante l’emergenza neve che nei giorni scorsi ha colpito gran parte della Ciociaria. Le associazioni dei consumatori hanno incontrato oggi i responsabili dell’Enel per fare il punto sui disservizi provocati dalla neve che per giorni hanno lasciato migliaia di famiglie al buio e al gelo. «L’Enel - riferisce in una nota Luigi Gabriele, responsabile Rapporti istituzionali di Codici - ha minimizzato le conseguenze dei disservizi cercando di scrollarsi di dosso ogni responsabilità. La nostra associazione non accetterà alcun accordo transattivo o conciliativo».

VIDEOTECA VALLE DEL SACCO

Community

                                                 
                                   

         

 

Osservatorio PM10

Emissioni Valle del Sacco

Retuvasa on the web