Home

Buone Letture



 Il futuro Bruciato
Così ci uccidono

La casta dell'acqua
 

Learn to See Like an Artist How level is https://www.levitradosageus24.com/ buy online securely brand viagra a line?

Conto alla rovescia - EMISSIONI PM10

Versione stampabileInvia a un amicoVersione PDF
 

                  COLLEFERRO                                                                

          VALORE LIMITE+TOLLERANZA
                                  =
                     50 SUPERAMENTI 


                    31 DICEMBRE 2011

50+24 = superata la soglia     
 

Oltrepassato il valore limite dei superamenti è necessario tenere sotto controllo il valore medio di emissione annua che NON DEVE essere maggiore di 40 microgrammi a metro cubo.
In data 31 dicembre 2011 la situazione a Colleferro è stata di 38 microgrammi a metro cubo, quindi molto vicina al limite massimo, inteso come valore di protezione per la salute umana.

Piccolo resoconto di fine anno. Il comune di Colleferro ha raggiunto n. 74 superamenti, praticamente più del doppio del valore limite di 35, contro i n. 57 superamenti del 2010 e i n. 63 superamenti del 2009. Questo per dire che negli anni qualsiasi provvedimento possa essere stato adottato non ha prodotto alcun risultato se non addirittura peggiorato la situazione. Per chiudere e lasciare l'analisi al nostro osservatorio con i grafici dei rilevamenti dalle centraline dei comuni della Valle del Sacco teniamo a precisare che, come negli anni precedenti, il Comune di Colleferro per le PM10 ha la maglia nera nella Provincia di Roma, compreso il comune di Roma per il quale si stanno iniziando a prendere alcuni provvedimenti con le targhe alterne. 

 


Estratto dal sito dell'ARPA Lazio

[...] La presenza dell’uomo, con le sue molteplici attività e la rapida e selvaggia industrializzazione recente, ha determinato una immissione in atmosfera di una rilevante quantità di sostanze chimiche, alcune già presenti in atmosfera ma in quantità decisamente inferiori, altre del tutto assenti e potenzialmente nocive all’uomo, alla flora ed alla fauna. Il potere dell’atmosfera di reagire a queste aggressioni e di eliminare gli elementi estranei, che è sempre stato presente e che ha talmente ben funzionato da consentire lo stabilirsi di questo equilibrio dinamico, a questo punto è stato messo a dura prova. Il risultato di tutto ciò è che lo stato originario dell’atmosfera, cioè la sua composizione chimica, sta mutando in molte località, soprattutto in quelle in cui più è sviluppata la presenza umana. Il fatto che in atmosfera siano presenti sostanze nuove o che in atmosfera alcune specie siano presenti in quantità superiori al passato, potrebbe non rilevarsi un problema se non fosse che la presenza di alcune di esse costituisce un pericolo per la salute umana e per quella della vegetazione e della fauna e dei manufatti presenti sulla terra. Si pone quindi il problema di definire in qualche modo la qualità dell’aria ambiente di un territorio e di valutarne lo stato per poter quantificare l’eventuale situazione di rischio.[...]
 


 

VIDEOTECA VALLE DEL SACCO

Community

                                                 
                                   

         

 

Osservatorio PM10

Emissioni Valle del Sacco

Retuvasa on the web